SABATO 10 febbraio alle ore 10.30 I PAVIRONICI AL MERCATO!

Pare che Sandrone sia citato per la prima volta in un’opera del 1584 di Giulio Cesare Croce, intitolata “Sandrone astuto”.
In embrione c’era già la figura di Sandrone, contadino rozzo, ma dal cervello fino.
Poi Sandrone divenne un personaggio dei burattini e a metà ‘800 Giulio Preti, burattinaio, non solo ne perfezionò la figura, ma aggiunse anche gli altri due personaggi, la moglie Pulonia e il figlio Sgorghiguelo.

Nasce così la famiglia Pavironica.
Perchè Pavironica?
Qui si entra nel campo della leggenda: Si narra che i duchi ogni anno a Carnevale chiamassero a corte un contadino per dileggiarlo.
Un anno si presentò un certo Alessandro Pavironi, che non solo non si fece prendere in giro, ma fu lui a canzonare i nobili di corte.
Più Sandrone di così…

Da “Il Resto del Carlino” del 6 febbraio 2018.