Tutto pronto all’Albinelli per “Nessun dorma” sabato 19 maggio: proposte golose, laboratori per bambini e musica degli anni ‘60

Sabato 19 maggio dalle ore 18 all’1, in occasione di “Nessun dorma” – la Notte bianca progettata dal Comune di Modena con il coordinamento dell’assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, in concomitanza con la 14° edizione della Notte Europea dei Musei – il Mercato Albinelli organizza numerose iniziative dedicate sia ai bambini che agli adulti.

Il programma prevede dalle 18 alle 19, in collaborazione con il Museo della Bilancia di Campogalliano, COLORI E SAPORI MADE IN MO, uno speciale laboratorio scientifico per giovani scienziati. Gli esperimenti sono preparati utilizzando prodotti tipici modenesi come l’Aceto Balsamico Tradizionale. La storia delle misure locali e i colori della Città di Modena, giallo e blu, diventano il pretesto per avventurarsi nel mondo della scienza e della metrologia.

Dalle 21 all’1 musica dal vivo in via Albinelli con The Paiper, gruppo Beat dalle chiare, inconfondibili, originali e ammiccanti sonorità anni 60. Il quartetto propone brani italiani, inglesi e americani, dai Beatles all’ Equipe 84 passando da Elvis a Celentano il tutto presentato in stile” Original Beat”.

Travolgenti, dinamici, divertenti da dieci anni insieme, hanno all’attivo numerosi show nei principali locali della musica live e vanta una esibizione nel mitico Cavern di Liverpool; Louis Turci, chitarra acustica elettrica e voce, John Sarti, batteria, percussioni e voce, Luigi Verzì, basso, piano, organo e tastiere, Fabio Lillo, chitarre, basso e voce

Dalle 22 alle 23.30 musica dal vivo in via Mondatora con Johnny’s Live Duo , formato da Luca Morandi, chitarra e Eleonora Tedeschini, voce. Musicisti dalla decennale esperienza che presentano una selezione di brani con un’attenta ricerca di suoni e arrangiamenti, rivisitando i grandi classici italiani e stranieri con stile originale e raffinato. La scaletta è composta da canzoni che spaziano nei generi, da Mina ai Beatles, da Califano a Stevie Wonder. Le sonorità sono a tratti retrò e il genere risulta “jazzy-frizzante”

Per tutta la sera il pubblico avrà la possibilità di assaggiare street food, piatti del territorio e frutta fresca, sedendo all’interno del mercato fra i banchi di frutta e verdura. Saranno operativi i tre ristoranti con le loro proposte abituali: pizza, taglieri di salumi e formaggi, pasta al forno, polpette di baccalà.

Lo street food è stato il passe-partout per portare il cibo “pronto a gustare” sul posto al mercato. Piano piano si sono fatti strada poi banchi osteria, tanto che al mercato Albinelli ora si può trovare anche una tra le migliori proposte di pizza della città. Poi insalate fresche ed originali, fagottini di sfoglia e tortini, vegetariani e non, panini curiosi e naturalmente paste calde e fredde. Con un dolce finale.